Educare alla sicurezza stradale significa prevedere momenti formativi dedicati all’approfondimento dei fattori di rischio che influenzano la sicurezza dell’utente della strada (sia pedone, ciclista, motociclista o automobilista).
E’ necessario che tutti gli utenti della strada imparino a non sottovalutare il fatto che alcune abitudini rappresentano un pericolo per la propria e l’altrui sicurezza.
Un esempio può essere rappresentato dal “mito” della velocità alla guida, spesso esaltata da film o videogiochi, che inviano messaggi fuorvianti dando l’illusione di poter sembrare “invincibili”, coraggiosi e forti.
L’educazione stradale non è semplicemente informazione e insegnamento di alcune nozioni base, ma è una proposta sociale permanente e valida per tutte le generazioni, fondata sulla necessità di un’azione che punti sull’efficacia e il dialogo di più soggetti: Famiglia, Docenti, Istituzioni e Forze dell’Ordine.
In questi anni, l’Associazione Meridiani, attraverso le sue attività, ha contribuito ad informare e distribuire materiale divulgativo presso gli istituti della regione Campania, le Università e nei workshop delle Fiere come la Smart Mobility World Torino, offrendo occasioni di confronto sul significato del rischio e sulle motivazioni che possono portare alla ricerca di esperienze pericolose; offre inoltre l’occasione di maturare una consapevolezza su quali siano i fattori che incrementano la propria propensione al rischio e quali, invece, quelli che la riducano.
Molti comportamenti considerati nocivi per la salute, possono rivestire un valore positivo per il soggetto che li mette in atto o per il suo gruppo di riferimento.